IL GSE SOSPENDE GLI INCENTIVI DELLA GRADUATORIA IDRO_RG2016 (TABELLA A)

In questi giorni il GSE ha inviato ad alcuni produttori titolari di impianti inseriti nella "Graduatoria degli impianti iscritti al Registro ai sensi dell'art. 9 del D.M. 23 giugno 2016 in posizione tale da rientrare nel contingente di potenza previsto per impianti idroelettrici secondo quanto indicato nel Bando del 20 agosto 2016" (Codice identificativo del Registro IDRO_RG2016), una nota con la quale viene comunicato che "..... per effetto della Sentenza n. 8997/2017, è venuto meno il titolo per il riconoscimento degli incentivi della Convenzione n. .....".

La causa di questa grave situazione è da ricondurre al ricorso dell'associazione di categoria ASSOIDROELETTRICA contro il Ministero dello Sviluppo Economico, Il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e il Gestore dei Servizi Energetici - G.S.E. S.p.A., nonchè nei confronti di tutti i soggetti inseriti nella Graduatoria e con l'intervento ad adiuvandum della Mallero Energia S.r.l., per l'annullamento di alcuni punti del D.M. 23 giugno 2016, delle procedure applicative del GSE e della Graduatoria stessa.

Il TAR Lazio, con Sentenza n. 8997/2017, nell'accogliere 2 degli 8 punti contestati nel ricorso ha disposto, oltre all'annullamento delle norme interessate, anche l'annullamento delle procedure applicative e della Graduatoria.

Dalla comunicazione si evince che la situazione creatasi permarrà tale sino alla definizione del giudizio di appello instaurato dal GSE dinnanzi al Consiglio di Stato avverso la suddetta Sentenza. 

In sintesi, gli impianti in esercizio, per i quali il GSE aveva concluso positivamente l'istruttoria con il riconoscimento degli incentivi, ora si trovano nelle condizioni di non avere più tale riconoscimento.

E' parere di Federidroelettrica che la comunicazione del GSE sulla sospensione della Graduatoria dovrà pervenire a tutti i soggetti titolari dei 126 impianti inseriti nella medesima.

Federidroelettrica dovrà scendere in campo per tutelare i diritti dei propri associati che si trovano, loro malgrado, coinvolti in questa incresciosa vicenda e lo farà con tutto quanto è nelle proprie possibilità, al fine di salvaguardare gli investimenti che alcuni produttori hanno già effettuato, cercando di ricondurre il tutto in un binario di correttezza e trasparenza.

La prima occasione per discutere delle problematiche illustrate sarà l'incontro con i produttori in programma ad Assisi il prossimo 24 ottobre, alle ore 9:30 presso il Palazzo dei Priori - Sala della Conciliazione, Piazza del Comune n. 10.

Nella speranza di vedervi numerosi, data l'importanza di quanto sopra illustrato, chi fosse interessato a partecipare all'evento è pregato di darne conferma alla nostra Segreteria rispondendo a questa mail entro domani 23 ottobre

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento