SVOLTO L’8 MAGGIO IL CONSIGLIO GENERALE DELLA GREEN ECONOMY

Si è svolto lo scorso 8 maggio il Consiglio Generale annuale della Green Economy, al quale FederIdroelettrica ha partecipato in qualità di membro effettivo.

Molti i temi di grande attualità trattati nella riunione, nell'ottica della proposta di Piano nazionale per l'energia e il clima.

Le proposte avanzate riguardano la ormai improrogabile riduzione delle emissioni climalteranti, che dovrà raggiungere il 50% nel 2050, la definizione di misure per aumentare l'efficienza e il risparmio energetico, i contributi significativi derivanti da una corretta implementazione dell'economia circolare e l'istituzione di un fondo nazionale per la transizione energetica.

Nell'ambito della riunione FederIdroelettrica ha proposto un emendamento, poi approvato dal Consiglio, con il quale ha evidenziato come "Per le rinnovabili elettriche si può andare ben oltre il 55% previsto dal Piano al 2030, accompagnando il percorso verso la market parity delle tecnologie più mature, fotovoltaico ed eolico, senza trascurare anche le altre tecnologie, a cominciare dall’idroelettrico medio e piccolo, passando per il geotermoelettrico e le biomasse in assetto cogenerativo, supportando la maturazione delle tecnologie più innovative, l’ottimizzazione delle reti e le comunità energetiche diffuse."

In allegato la risoluzione approvata dal Consiglio.

Risoluzione Consiglio nazionale green econmy - Piano nazionale Energia e Clima

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento