๐—จ๐—ก๐—” ๐—ฆ๐—˜๐— ๐—ฃ๐—Ÿ๐—œ๐—™๐—œ๐—–๐—”๐—ญ๐—œ๐—ข๐—ก๐—˜ ๐—” ๐—™๐—”๐—ฉ๐—ข๐—ฅ๐—˜ ๐——๐—˜๐—Ÿ๐—Ÿ’๐—œ๐——๐—ฅ๐—ข๐—š๐—˜๐—ก๐—ข

Nell’articolo di commento alla visita a Hydrogen Expo abbiamo chiarito che una frontiera importantissima per il nostro settore รจ quello dellโ€™idrogeno, verde ovviamente. Tutto ciรฒ che sostiene questo processo di transizione va accolto con favore, quindi la notizia che lโ€™approvazione definitiva del disegno di legge per la conversione con modifiche del decreto Pnrr 3, il n.36/2022 (avvenuta il 29 giugno scorso) contenga una semplificazione riguardante lโ€™idrogeno verde va giustamente sottolineata. Il testo esonera il consumo di energia elettrica generata da fonti rinnovabili in impianti di elettrolisi per la produzione di idrogeno verde dal pagamento degli oneri generali del sistema elettrico. Tale esonero si applica anche quando impianto di produzione e impianto di elettrolisi sono collegati attraverso una rete con obbligo di connessione di terzi. Le condizioni tecnico-operative per applicare detto esonero saranno definite da un decreto MiTE, cosรฌ come le modalitร  di attuazione da parte di Arera โ€œsenza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblicaโ€. รˆ inoltre previsto che questo H2 verde non paghi le accise; le pagherร  solo ed esclusivamente se direttamente utilizzato in motori termici come carburante. Ci sono poi delle disposizioni (commi 5-bis e 5-ter) introdotte in corso di esame al Senato. Il comma 5-bis interviene sul decreto legislativo 8 novembre 2021, n. 199 (uso di energia da fonti rinnovabili), estendendo alle infrastrutture connesse alla produzione di idrogeno e alle infrastrutture di connessione a reti di distribuzione e trasporto, le procedure di autorizzazione per la costruzione e il successivo esercizio degli elettrolizzatori.

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*